l'industria del serramento al tuo servizio - info@archei.net

Legge per l’architettura, digitalizzazione degli archivi e politiche per valorizzare il ruolo dell’architettura e il grande patrimonio paesaggistico, ambientale e culturale italiano.



Questi sono i temi che hanno affrontato il Ministro della Cultura Dario Franceschini e il neo-Presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC), Francesco Miceli.

Per il Ministro Franceschini l'Italia è la patria dell'architettura, ma, nonostante se ne parli da anni, non possiede ancora una legge sulla qualità architettonica. L'incontro avvenuto con il Presidente Miceli getta le basi per colmare questa laguna e "per promuovere il ruolo dell’architettura nel raggiungimento di uno sviluppo autenticamente sostenibile e nel miglioramento della qualità della vita dei cittadini, così come dell’armonia delle comunità".

Da molti mesi una commissione interministeriale è al lavoro per la definizione di una legge sull'architettura, con il compito di redigere un documento che detti le linee guida sulla qualità dell'architettura. Inoltre, nell'ultimo anno, la commissione si è interfacciata con altri ministeri al fine di "impostare una proposta che andrà a promuovere la qualità del ‘buon costruire’ in maniera interdisciplinare e interattiva tra l’architettura, l’ingegneria e tutte le professioni che partecipano alla realizzazione dell’uomo”.

Secondo il Presidente Miceli, quello con il Ministro Franceschini è stato un incontro proficuo, in cui si è sottolineata la necessità di accelerare con i tempi per ottenere al più presto una legge sull'architettura. L'Italia è un caso isolato in Europa, le altre nazioni hanno già regolamentato questi aspetti, ma ciò ci potrebbe permettere di avere una legge più attinente alla realtà di oggi e migliore in termini di qualità.

ARCHEI © 2021